Quadri e disegni di Jacopo Fo in vendita Quadri, tele e bozzetti di Dario Fo in vendita
A+ A A-

Tutte le buone notizie pubblicate su Cacao. Diritti, progressi sociali, buone pratiche politiche, buone notizie di economia.

A Enna, in Sicilia, Salvatore Ruggieri, 27 anni, ha discusso la tesi di laurea fino alle 19:00 del 3 aprile, poi alle 20:00 ha firmato il suo nuovo contratto di assunzione a tempo indeterminato con un’azienda edile. Nella sua vita è già stato disoccupato per 55-56 minuti.
(Fonte: Repubblica)

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

Se ve lo siete perso, su Dplay è possibile rivedere “The Challenge – Il mio papà d’acciaio”, documentario che racconta la straordinaria storia di Alex Smith, papà di Harrison, un bambino affetto da Sindrome di Duchenne, una distrofia muscolare incurabile.
Alex e il figlio hanno prima fondato un’organizzazione benefica che raccoglie fondi per la ricerca su questa malattia (Harrison Fund), poi, nel 2015, hanno partecipato insieme a una gara Iron Man: 3,8 km di nuoto, 180 km in bicicletta e 40 km di maratona. Alex Smith ha concluso le tre prove trainando Harrison seduto su un piccolo catamarano a nuoto, tirando una sorta di biga in bicicletta e spingendo infine un carrellino per il pezzo di corsa.
Alex non è mai stato un atleta professionista: “Volevo far provare ad Harrison l’emozione di concludere una competizione sportiva”.
Meraviglia!
(Il documentario è bellissimo, molto strappalacrime!!!)

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

"- Ubaldo, dove vai con quel plaiddino?
- In giardino.
Benvenuto Aprile!
E’ spuntato il praticello
tenero tenero
verde pisello
e devo onorare
il detto popolare.
- Tsk tsk…
‘Mese di Aprile
dolce dormire’…
si fa solo per dire.
Comunque intanto riposa...
- Con quella faccia?
E’ una minaccia!
- Ricordi l’orto…?
- Lo sapevo
sono un uomo morto.
- C’è giusto da seminare
qualcosina per l’estate…:
angurie, melanzane, lattuga, basilico…
- Non credo di avere più il fisico…
-…carote, cavoli, cetrioli
pomodori, zucchine, cipolle, finocchi…
Perché ti stropicci gli occhi?
Pomodori, piselli, meloni…
Anche l’indivia e i peperoni…
Poi c’è da preparare la bicicletta
che per Bologna è perfetta.
Organizziamo un lungo soggiorno
con andata e ritorno
scarichiamo "Betterpoints", un’applicazione
ed entriamo in azione:
muovendoci a piedi, bus o bici
saremo sportivi ed ecologici
otterremo punti per la spesa
grazie al Comune che ha fatto la sorpresa
di incentivare la mobilità sostenibile
quanto possibile.
Pronto per un po’ d’allenamento?
- Giusto giusto tra un momento…
- Comunque bello quel plaid!
Conservalo per il 4 notte!
- Sarà molto fresco?
- Beh, dopo mezzanotte
al centro della radura…
- Eh? Io non esco!
- …E’ la zona più scura
dunque più sicura
per l’avvistamento:
sciame di stelle cadenti in avvicinamento!
Non vorrai mica perderti
le meteore Kappa Serpentidi?
Probabilmente associate alla cometa 1914 IV…
Insomma, le vedremo venir giù
e ho mille desideri!
Non so tu.
- Contessa, se continua così
tra un minuto anch’io
precipito giù.
- Addirittura! Dove sono finiti forza e coraggio?
- Aspettano Maggio."

La Contessa

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

La Palma d’oro di quest’anno per il miglior scherzo del primo aprile va certamente a Groupon che ha lanciato Groupo(R)n, piattaforma informatica simile a Groupon ma dedicata al mondo della seduzione e del piacere sessuale.
In sconto servizi come sexy chef a domicilio, corso di seduzione, sesso tantrico, eventi piccanti, "50 sfumature di viaggio", sex toys, kit per animare le serate di coppia, lingerie provocante, libri erotici, lezioni di ginnastica da camera e una misteriosa sessione "Vietato ai minori".
Lo scherzo è durato 5 giorni e 5.500 Grouporn acquistati…
Ikea ha invece lanciato una compagnia aerea, la FLIKEA, operativa dal 2019. Non era specificato se i passeggeri avrebbero dovuto montarsi l’aereo prima della partenza.
Scatenato Google che ha lanciato diversi nuovi servizi (tutti per scherzo): Google Gnome, la versione nano da giardino di Google Home, un altoparlante intelligente in grado di controllare dal tosaerba all’impianto di irrigazione e la possibilità di giocare a Pac-Man accedendo a Google Maps.
Sempre di Google la tastiera per computer in Pluriball. Invece di schiacciare i tasti si scoppiano le palline, geniale!!!
E cosa dire di Google Cheese Master? Un’app che scansiona i formaggi e ti dice cos’è, da dove arriva, quanto è stagionato.
Complimenti anche allo chef Gordon Ramsay che in diretta TV ha controllato se il frullatore stesse funzionando bene infilandoci un dito dentro e poi si è gettato a terra urlando con la mano insanguinata. L’ospite, che stava cucinando con chef Ramsay, è sbiancato.
Lexus si è inventata invece il Lane Valet Service, un’app che permette di spostare automaticamente di lato i veicoli che intralciano la carreggiata andando piano.
Se non potete permettervi una Lexus forse vi piacerà la nuova Dacia Sundero, con doccia solare all’interno della vettura.
A Catanzaro è girata la notizia che Briatore avesse comprato il porto per farne un punto di incontro per i VIP.
Sapete quale è considerato uno dei migliori Pesci d’Aprile di sempre? 1957, la BBC manda in onda un documentario, girato in Svizzera, in cui si vedevano persone felici intente a raccogliere spaghetti dagli alberi.

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

Dopo il Soflo Web Fest di Miami la web serie de Il Teatro Fa Bene vince anche all’Hollyweb Fest di Hollywood, nella categoria Best Documentary/non-Fiction!
Grazie, grazie, grazie!!!
Non avete ancora visto la web serie de Il Teatro Fa Bene?!? Clicca qui

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

Siamo felici di annunciare che da lunedì 10 aprile, ore 21:15, su Rai 5, riprendono le puntate di "Dario Fo e Franca Rame: la nostra storia"! Dalla 6 alla puntata 10, ogni lunedì fino all'8 maggio.
Per rivedere le prime 5 puntate

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

La mia chitarra si chiama Nzevata, In Napoletano significa unta. E’ rosa e la amo.
Appena la ricevetti in regalo, tre anni fa, non vedevo l’ora di passarla a Fausto perché ci mettesse su le sue mani preziose, anche solo un momento, come a benedirla tipo quando si portavano le auto nuove alla Madonna di Pompei chiedendo la grazia che le proteggesse dagli incidenti. Anche se mi vergognavo io a dare in mano a lui una cosa così da poco ma un po’ la mia sfacciataggine e un po’ tanto la sua disponibilità umana che ben conoscevo: “Fausto ti va di prenderla un attimo in braccio?”
E lui subito la prese e con la sua schiettezza che io adoravo e che mi faceva sentire sua amica: “Ma… Chest’ é tutta sporca! Guarda qua… E’ nzevata! Fa schif’! Tu, bella mia, la chitarra la devi lavare, la devi tenere con cura. Le corde devono essere bianche!” Ecco perché si chiama Nzevata!
Una volta, tempo prima, avevo chiesto a Fausto addirittura se mi metteva per favore le corde nuove alla chitarra di Alcatraz, e lui non si limitò a cambiar le corde ma la pulì tutta meticolosamente. Incredibile, un Dio della chitarra che lucidava un legno ancora assai meno di pregio di tutte le altre con una cura che io ho visto soltanto nelle madri con i loro neonati.

Stefano, un mio amico che ancora mi sopporta quando strimpello, fa: chiamiamo subito al Maestro e diciamoglielo… : “Pronto, Maestro qui c’è Nora che si rifiuta di suonare il Si minore, dice che le fa schifo!” e dall’altra parte del telefono: “Fa bbuon’, chill’ nun serv’ a niente!”
Caro Fausto e adesso chi mi darà l’autorizzazione a non usare alcuni accordi? Chi mi ripeterà di continuare a suonare la chitarra da sola, senza andare a prendere lezioni rigide che mi toglierebbero lo sfizio e la passione nel suonare? Tu eri il mio Maestro!
Eppure tutti coloro che ti hanno conosciuto lo sanno come tu rispondevi ogni volta che noi ti si chiamava Maestro: “Il Maestro è uno solo e stà in cielo!”
E allora dico io: “Ma quale razza di Maestro si è permesso di portarti via da me, da noi? Vuole forse sfidarti alla chitarra? Ma lo sa che razza d’impegno si è preso? Ma ti ha sentito bene suonare? Deve essere un pazzo!”

Quella volta in cui dopo che mi arrangiasti i pezzi del disco, in un modo così generoso, io onorata e grata per questa fortuna troppo grande, pensando di renderti omaggio, esclamai: “Fausto ma ora dobbiamo mettere il tuo nome a lettere cubitali in copertina!” E tu: “Ma vuje sit’ pazz’! Me vulite nguaià!”
Ricordo quella mattina come una delle più emozionanti della mia vita: “Ciao Fausto, senti. Io e Elena abbiamo scritto delle canzoni, ti scoccia sentirne qualcuna, ti mando il file e mi dici se proprio fanno cagare?”
“Certo!, Mandamele pure e ti faccio sapere.”
In pratica è come se avessi telefonato a Del Piero per chiedergli di guardarsi un video dove ci sono io che gioco a calcio su un campo di patate.
E io proprio a Fausto lo avevo soprannominato il Del Piero della chitarra. E lui pur se interista sfegatato aveva riso con gioia, ringraziando per il paragone. Soltanto i Grandi riconoscono il vero talento negli altri.
La generosità immensa di quest’uomo puro lo portò a richiamarmi non più tardi di una settimana per dirmi: “Ma o ssai che nun so mal! Je me penzav’ peggio. Dicevo, fammi vedere se ‘sti doje so’ impazzite… e invece so’ belle! Senti qua, facciamo una cosa, quando vengo là mi porto il mio registratorino e voi me le cantate e poi ci lavoro sopra!”
Non ci posso credere! Cioè io andrò ai mondiali e il mio campione mi passerà la palla e io farò goal? Credo di aver raccontato a tutti per mesi questa telefonata. Sottolineando il fatto che un grande così si prendesse la briga di ascoltarci. E anche di lavorare su quelle canzoni semplici senza pretese.
Ma chi, ditemi chi, di quel livello professionale si sarebbe offerto mai per arrangiare i pezzi a due cantautrici in erba, con voci da regolare a ogni passaggio? E senza volere nulla in cambio.
E’ da allora che io credo in due cose: la mia fortuna e la mia fortuna ad aver conosciuto un uomo, un artista, un amico insostituibile… tu Fausto.

Quel “Là” dove ci saremmo incontrati è Alcatraz, un posto che lui amava tantissimo e da cui è stato amatissimo. Chiunque di noi qui che abbia avuto il culo di sentirlo suonare non lo ha mollato più. Adorazione piena di amore. Ci ha regalato emozioni immense che molti di noi non le avevano mai provate prima nella loro vita. E’ stato come un primo innamoramento, come la tetta della mamma per un pupo, come la scoperta delle farfalle a vederle uscire dal loro bozzolo.
Grazie a Imad, noi abbiamo avuto la possibilità unica di condividere con te la tua musica ma anche tante risate e scambi di affetto. Eri generoso in tutto, pure per i selfie non ci hai mai negato. Una cosa buffa era che anche tu, come se fossi uno “normale”, uno di noi, ti avvicinavi ad altri artisti noti per chiedergli di farsi la foto assieme a te. Incredibile! Mesolella che chiede lui i selfie! Ma tu avevi veramente capito chi eri? Chi sei?
Fausto bello quella tua umiltà ti rendeva ancora più fantastico. Tu sei sempre stato un gran collaboratore nel tuo mondo di musica. Con te e grazie a te hanno suonato e cantato migliaia di artisti. E tu anche nel privato amavi continuare a farlo, coinvolgendo chiunque ti si fermasse accanto. Quanto amore per la musica e per il genere umano che avevi in te.

A questo punto la gente che non ti ha conosciuto mi crederà pazza ma io giuro che non sto dicendo nulla di folle, basta mettere su un tuo pezzo di chitarra e nessuno mai potrebbe contraddirmi o dire che esagero.
Sono impazzita sì stasera, ma dal dolore. Perché io non volevo tu morissi mai! Ed è inutile che mi dicono che la morte non esiste… cazzo se esiste! Io non potrò più restare scioccata dall’emozione per un tocco sulle sei corde come mi succedeva quando suonavi tu dal vivo. Tu facevi “i buchi in petto” e oggi ci hai fatto un buco così grande che sarà difficile che si rimargini del tutto.
So già che non riderò più a perdifiato ascoltando i tuoi racconti buffi, aneddoti dall’ironia fantastica, presi da una vita assurda e speciale come la tua. Una vita intensa, dove ti è anche capitato da giovanissimo di andare a casa della Wertmuller e restare folgorato dalla bellezza e dalla pasta al sugo della Sophia Loren. E la tua disperazione per non aver una foto di quel ricordo per poterla mettere sul web “…n’copp’ a’ Facebook!” Un capolavoro assoluto di comicità! Non potrò più abbracciarti e dirti in faccia che ti voglio bene.
Maledizione mio prezioso amico ma come si fa senza di te? Questo è il pensiero che mi tartassa da quando ho saputo che non ci sei più, pensando a Elisabetta la tua meravigliosa e spiritosissima moglie, Gaia splendida ragazza così innamorata del suo dolce papà, e la tua mitica suocera, la signora Angela, che ti cucinava tutti i giorni quando eri a casa ma soprattutto ti ha filmato con la sua telecamera portatile ogni volta che ti ha seguito in concerto. Centinaia di ore di girato, di te. Spero sia un giorno parte della loro consolazione poterti riascoltare in quei nastri.

Oggi no. Niente musica. Non è sopportabile. Fa male. Giù le chitarre, che nessuno si permetta di toccare le corde. E niente caffè!

Fausto, e mi viene di chiamarti amore, perché non si può non amare una persona così bella, siamo in milioni sai che te ne vogliamo,
personalmente ti chiedo scusa se non ho avuto voglia da subito di condividere frasi in tua memoria su Facebook. Non ho messo una foto che ci ritrae assieme, nella mia foto di copertina, ma questo lungo testo, scritto di getto, è per te.
Tu per me hai fatto talmente tanto che io voglio che molti di più ti ricordino con la giusta ammirazione per lo straordinario musicista che eri ma anche per il tuo lato umano, unico e meraviglioso. Grazie di tutto. Grazie per chi sei stato. E da adesso grazie per cosa sarai per noi, quando il dolore si trasformerà in pienezza d’animo nel ricordo di te.
“E io vado avanti!” … proprio come amavi ripetere tu.

Eleonora Albanese

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

La legge sulla “Gender Equality Salariale”, approvata poche settimane fa dall’Althingi, il Parlamento islandese, e ora pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, è definitivamente operativa. L’Islanda è il primo paese al mondo ad approvare una legge che obbliga alla parità salariale maschi e femmine a parità di qualifica.

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

Vicino a Broome, nella penisola di Dampier, Australia, è stata trovata l'impronta di dinosauro più grande del mondo. Con i suoi 1,75 metri di grandezza, l'orma ha battuto il record di 106 centimetri stabilito a luglio 2016 dalla traccia rinvenuta nel deserto del Gobi. Secondo il team che l’ha scoperta, un gruppo di paleontologi della University of Queensland e della James Cook University, l’orma appartiene a un Sauropoda alto circa 5,4 metri e vissuto pressappoco 140 milioni di anni fa.
Lo chiamavano Cenerentola.
(Fonte: Ansa)

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

Mercoledì scorso l'Argentina ha legalizzato l'uso terapeutico della cannabis e dei suoi derivati, come l'olio, stabilendo un regolamento per la prescrizione e distribuzione ai pazienti e creando un programma di ricerca presso il Ministero della Salute che garantisca accesso gratuito ai bisognosi. Lo Stato importerà la cannabis e derivati fin quando le agenzie governative autorizzate non ne avranno prodotta abbastanza per i pazienti e la ricerca.
(Fonte: Usnews, segnata da Davide Calabria, grazie!)

Published in BUONE NOTIZIE
Written by
Read more...

 Ads

Iscriviti alle newsletter di CACAO

E' gratis! Inserisci il tuo indirizzo e-mail nei box qui sotto
 
Iscriviti a Cacao Il Quotidiano delle buone notizie comiche

Iscriviti - cancella



Iscriviti a Cacao della domenica


Iscriviti - cancella

 

 

Leggi la Privacy

Vacanze benessere!

I Video di Alcatraz Channel

Tutti i video della Libera Università di Alcatraz

Comitato Nobel per i disabili Onlus

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO

Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Ecovillaggio Solare di Alcatraz

 Ecovillaggio Solare di Alcatraz
Vicino ad Alcatraz, in Umbria, stiamo costruendo un ecovillaggio immerso in una valle meravigliosa, silenziosa e incontaminata. Scopri qui il progetto

SITI AFFILIATI AL NOSTRO CIRCUITO

Cacao - Quotidiano di buone notizie comiche:
www.cacaonline.it

Merci Dolci srl:
www.commercioetico.it
www.mercidolci.it
www.energiaarcobaleno.com

Eleonora Albanese:
www.eleonoraalbanese.it

Cacao è una testata giornalistica regolarmente registrata presso il Trib. di Perugia Aut. n° 634 del 21/06/1982
Redazione:
Jacopo Fo, Simone Canova, Gabriella Canova, Maria Cristina Dalbosco
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domain Register: Associazione Cacao Libera Università di Alcatraz, S. Cristina di Gubbio 53, 06020 (PG) - PI: 00729540542