Progetto Tell Me Alfabetizzazione dei migranti attraverso il teatro
A+ A A-

Tutti gli articoli di Jacopo Fo pubblicati sul Cacao della domenica. Buona lettura!

Mai nella storia dell’Occidente cristiano televisivo si era vista simile incapacità da parte della sinistra di parlare in tv.
Mandano in onda chilotoni di dibattiti nei quali si discute sulla decadenza di B. da senatore e le possibili alternative e dei conseguenti crolli del governo e non un cane che racconti PERCHÉ B. è stato condannato.
La gente di sinistra va in tv e sembra che abbiano lasciato il cervello a casa. Non dicono quali prove schiaccianti hanno raccolto i giudici sull’evasione fiscale di Mediaset. Non si discute della sentenza ma degli effetti della sentenza. Risultato: il Pd perde consensi. Guadagna solo il Sel, ma senza meriti, semplicemente accatta i delusi di sinistra…
E di argomenti per demolire B. ce ne sarebbero a iosa, ma si tace.
Ad esempio non si tira fuori a martello l’assurdità di B. che fa la legge sulle droghe e poi firma per il referendum che la vuole abolire.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

Non hai nient’altro di meglio da fare e vuoi impegnarti in una campagna per il rilancio del tuo comune. Se sei in un territorio governato dalla destra probabilmente è impossibile che diano retta, ma se il tuo sindaco è progressista magari riesci a sollecitare qualche evento positivo e a bearti per aver fatto una buona azione. E poi potrai anche vantarti con gli amici.
Noi ad esempio siamo riusciti a organizzare a Perugia una parte di questo programma: a breve partirà a Piazza del Bacio il Mercato Settimanale dell’Usato e del Baratto (vedi qui).

Gentile Signor Sindaco
Avendo noi a cuore il rilancio della nostra città e lo sviluppo di forme di economia solidale e cooperativa e lo sviluppo delle ecotecnologie, vorremmo proporle una serie di misure semplici, con costi minimi e ritorni immediati, che abbiamo concepito come una campagna unitaria che il comune potrebbe adottare.
Eccole una sintesi di queste proposte.

Campagna
Riprendiamo la città!
Una città a misura d’uomo, di donna e di bambino.

Obiettivi
Utilizzare l’arte, la convivialità, il gioco, l’economia verde e solidale per rendere ancor più accogliente …… (nome città): una delle città più belle del mondo.

Concetto
Riempiamo il centro storico e l’area ………….., di eventi che portino i cittadini a riappropriarsi degli spazi fisici attraverso un fitto calendario di iniziative.
Coinvolgiamo direttamente i cittadini in un’opera di pattugliamento giocoso e pacifico.
Invitiamo i cittadini a vigilare sulla loro città e collaborare con le forze dell’ordine.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

Molti dicono di essere progressisti ma allevano dobermann autoritari dentro la loro mente.

Non si costruisce una società nuova usando vecchi modi di pensare.
Noi vogliamo un mondo di pace, di cooperazione, d’amore.
Un mondo dove il ridere sia sacro e l’arte sia considerata una materia prima. Un mondo che conosca il rispetto, il senso dell’onore, la rettitudine.

Non possiamo costruire un mondo simile con la violenza, la doppiezza, la demagogia, la prevaricazione, l’autoritarismo.
È una banalità che quando inizi a metterla in pratica diventa una questione essenziale.

Quando iniziammo a costruire l’Ecovillaggio Solare ci trovammo a discutere con persone che ci dicevano: dobbiamo vietare le sigarette, non si deve mangiare carne, ci saranno dei turni di lavoro obbligatori, si terrà un’assemblea tutte le settimane.
Altri proponevano rigorosi esami per selezionare gli abitanti in modo di essere certi della loro fede ecologista. Dicemmo a queste persone NO. Noi non vogliamo costruire una comunità omologata, fatta di persone tutte uguali, amiamo la libertà e la biodiversità e non possiamo pensare di vivere in un villaggio fatto di obblighi e di divieti.
Perché mai dovrei vietare a qualcuno di fumare a casa sua o mentre passeggia nel bosco? Al massimo posso chiedergli di spegnere bene le sigarette se passeggia fumando… Ma se uno sceglie di andarsene dalle metropoli per vivere in una valle selvaggia si suppone che ami i boschi quanto me… Quindi suppongo che ci arrivi da solo a capire che è meglio non incendiare le foreste.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

(Piccola contestazione delle idee economiche correnti)

Molti tra i progressisti sostengono che stiamo per andare a sbattere, che la crisi che abbiamo alle spalle non è nulla rispetto a quel che dobbiamo affrontare in autunno.
Io da tempo sostengo invece che la situazione è dura e terribile per milioni di italiani ma contemporaneamente ci sono alcuni dati positivi.
Non certo dati che vengono dal governo che sta dando prova di immobilismo spaventoso.
A gennaio si parlava di inizio della ripresa a giugno. Inizio che non si è visto, proprio per la paralisi dell’esecutivo.
E certamente se questo immobilismo, unito alla difesa di interessi corporativi delle lobby, dovesse persistere saranno dolori…
Ma ci sono una serie di elementi che mi fanno invece ben sperare per un cambiamento di rotta.
Gli elementi da cui parte questo mio ottimismo sono principalmente due.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

La cosa incredibile del mondo è che anche le situazioni più tragiche hanno dentro una vena comica. Vederla fa bene alla salute.

Mi dispiace che mia madre sia morta anche perché si sarebbe divertita a vedere alcune scene…
La prima cosa che direbbe lei è: “Ma quando finiscono le condoglianze?” La vicinanza di tante persone gentili è stata per noi una grandiosa medicina... la solidarietà, l’affetto... Però deve esserci un limite oltre al quale si inizia a coltivare un oblio amoroso. Invece pare proprio che questo lutto debba procrastinarsi a lungo. Girare con mio padre e pensare ad altro è impossibile. Pure in aperta campagna, dove non c’è assolutamente nessuno, sbuca, da un campo di mais alto due metri, un contadino e si mette a gridare: “Ma quanto mi è dispiaciuto!”
Sul molo di Cesenatico c’è il signore in canottiera della Juve che lo abbraccia commosso mormorando: “Mi dispiace, signor Fellini!”.
C’è la signora di una certa età che gli si avvinghia addosso, balzando fuori da un portone, lanciando gemiti gutturali. Poi si stacca da lui, lo guarda e dice: “Fatti coraggio che tanto io e te moriamo alla svelta!” E tutti a toccarsi i coglioni.
E c’è il signore romagnolo bruciato dal sole, che parlando di mio padre come se non ci fosse osserva: “Lui ragiona ancora, alla sua età sono tutti rincoglioniti”.
A volte di eleganza ce n’è da vendere…

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

Un articolo dedicato ai superspecialisti del web appassionati di previsioni sulla rete del futuro.
Dopo l'attuale rivoluzione del Web.2 arriverà il Web.22? Dall'INTERCONNESSIONE alla SINERGIA.

Il mondo è cambiato (avevano ragione i Maya)
Cambiano anche Alcatraz e Cacao. Se resti immobile sparisci. Vuoi costruire con noi un GENERATORE DI IDEE? Facciamo il Web.22.

È il tempo dell’interconnessione cosciente.

Noi siamo i portatori di un nuovo gene informatico: il prossimo salto evolutivo.
I grandi gruppi editoriali, i megaportali, i signori della rete, i big dell’elettronica stanno tremando: uno spettro si aggira per l’Europa, l’Asia e l’America.
Lo cercano ovunque: nei supporti, nei software, nei servizi.
Dove sarà il pozzo che permette di attingere denaro da internet?
Qual è il punto di forza sul quale costruire muraglie e monopoli?

Io ho visto il Web.22, un’altra specie di meme completamente diverso dai precedenti. Un tipo di interconnessione capace di rovesciare abitudini, criteri e rapporti di forza. Il Web.22 esce dalla rete e viene a casa tua a svegliarti con cappuccino e cornetto.

Osserva la rete nel suo insieme. Cosa vedi?
Motori di ricerca, banche dati, pagine personali, social network e blog, sistemi di archiviazione e fruizione di video, foto, informazioni e qualunque altra cosa.

Il Web.2 sta portando all’integrazione degli ambiti di comunicazione, la parola d’ordine è stata INTERCONNETTIVITA’.
Una partita giocata interamente dai colossi del mercato e la parte del leone l’han fatta i nuovi supporti (tablet) e i sistemi di servizi gratuiti (Google).
In questa fase si è sviluppata immensamente la capacità dei singoli di comunicare, interagire, proporre.
La filiera telefonino-video-social network ha rivoluzionato i meccanismi stessi degli scoop dei media.
Ma i gangli del sistema sono restati in poche mani.

In questo momento un’orda scomposta di nuovi imprenditori virtuali, architetti comunicativi e web innovatori sta lanciandosi in una miriade di iniziative che hanno un elemento dirompente in comune: l’utente passa dalla semplice fruizione/produzione di contenuti all’uso della rete come sistema sinergico.

La grande scoperta del Web.2 è che la navigazione ha un valore, perché permette di vendere pubblicità. Guadagno permettendoti di pubblicare o vedere un video gratis perché ogni 1.000 utenti uno clicca sulla pubblicità.
Ma questo è un uso “corto” della filiera.
L’idea propulsiva del Web.22 è un salto di qualità quantico: sfruttare le potenzialità della rete di gestire la complessità relazionale. Cioè dar vita a sistemi che permettano di unire lavoro, amicizia, amore, passioni, impegno etico, arte e gioco.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

Visto che la settimana scorsa ti ho confessato che sono comunista, claun e pacifista, oggi vorrei confessarti un’altra cosa: ho anche la super vista a raggi X ottimisti.
Questo mi permette di vedere cose pazzesche e invisibili.
Ma per spiegarmi devo fare un altro viaggio indietro nella storia.
C’era una volta la borghesia. Avevano inventato le banche e le manifatture ma ancora stavano sotto il crudele dominio feudale di re e duchi.
Poi i borghesi fecero la rivoluzione industriale, iniziarono a produrre immense quantità di forchette e calzini. E siccome sono i soldi e le strutture produttive che danno il potere, i re e i marchesi persero il potere nel giro di pochi decenni.
Potevi avere tutto il sangue blu del mondo ma se non possedevi una fabbrica o una banca non contavi un fico secco.
Marx aveva previsto che il capitalismo avrebbe generato una classe di lavoratori, resa compatta dalla struttura stessa del modo di produzione industriale, che a un certo punto avrebbe imparato ad autogestire la produzione rendendo superflua l’esistenza dei capitalisti.
Marx non potè prevedere COME questo sarebbe successo...
Ora guardiamo la situazione attuale.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

Sono ancora comunista nonostante tutto?
Nonostante Lenin, nonostante Stalin?
Si può dire ancora la parola COMUNISTA?
Interrogativo storico.
Mi consolo pensando che c’è tanta gente che continua a dirsi cristiana, nonostante tutti i crimini commessi nel nome di Gesù.
Perché non potrei io continuare a essere comunista, allora?
Comunista con qualche precisazione. Sono pacifista, è storicamente provato che Marx non ha mai posseduto una pistola.
E sono della corrente comica: una risata vi seppellirà.
Il nostro simbolo è quell’operaio degli inizi del ‘900, che mentre due carabinieri lo portano via, tenendolo per le braccia, sghignazza. Una risata vi seppellirà.
I miei ne fecero un manifesto agli inizi degli anni settanta, con buona pace di chi ancora li calunnia sostenendo che il Soccorso Rosso Militante era un’organizzazione che fiancheggiava il terrorismo.

Chiarito questo, vorrei spiegare perché sono, ancora, comunista.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI http://www.jacopofo.com/sono-ancora-comunista-cosa-e-comunismo

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

Il testo sapienziale ritrovato a Saragozza che siamo entusiasti di presentarvi in prima mondiale assoluta.
Traduzione dal gaelico di Jacopo Fo

Premessa
Forse per crescere è inevitabile soffrire.
Ma tu hai già sofferto abbastanza.
Ora hai diritto alla password.

Introduzione
Questo libro non parla dei tuoi problemi.
Sicuramente sui tuoi problemi ne sai molto più tu di me.
Questo libro parla di come puoi diventare più intelligente del tuo cellulare
(e ammetterai che dopo aver visto l’ultimo modello di iPhone non è facile).

Prefazione
C’è il Dio degli eserciti
il Dio delle piccole cose
il Buddha delle periferie,
la santa Rita da Cascia dei coglioni.
Poi c’è il Buddha degli idraulici.
Quello che quando il rubinetto perde lo aggiusta.

Questo è il libro della grande saggezza del Buddha degli idraulici

CLICCA QUI PER LEGGERE LA PRIMA PARTE

CLICCA QUI PER LEGGERE LA SECONDA PARTE

CLICCA QUI PER LA TERZA PARTE

 

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

(L’amore vero si vede anche in quel che fai per uscire dalle risse sentimentali)

In questo momento di crisi economica assistiamo anche a una serie di dissesti nelle coppie che convivono e condividono l’economia famigliare.
Sospetto che le due cose siano collegate…

Esistono anche altre ragioni di contrasto nella coppia ma può essere un buon modo per schematizzare i contrasti mappare una tipologia piuttosto diffusa di rissa sentimentale ai tempi della crisi…

Se il maschio ha problemi sul lavoro rischia di stare male perché non si sente adeguato ad affrontare una situazione difficile.
Per le donne è complesso comprendere i meccanismi mentali di un maschio in ansia per il lavoro.

CONTINUA LEGGERE CLICCA QUI

Published in CACAO DELLA DOMENICA
Written by
Read more...

 Ads

Iscriviti alle newsletter di CACAO

E' gratis! Inserisci il tuo indirizzo e-mail nei box qui sotto
 
Iscriviti a Cacao Il Quotidiano delle buone notizie comiche

Iscriviti - cancella



Iscriviti a Cacao della domenica


Iscriviti - cancella

 

 

Leggi la Privacy

People For Planet

Vacanze benessere!

I Video di Alcatraz Channel

Tutti i video della Libera Università di Alcatraz

Comitato Nobel per i disabili Onlus

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO

Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Ecovillaggio Solare di Alcatraz

 Ecovillaggio Solare di Alcatraz
Vicino ad Alcatraz, in Umbria, stiamo costruendo un ecovillaggio immerso in una valle meravigliosa, silenziosa e incontaminata. Scopri qui il progetto

SITI AFFILIATI AL NOSTRO CIRCUITO

Cacao - Quotidiano di buone notizie comiche:
www.cacaonline.it

Merci Dolci srl:
www.commercioetico.it
www.mercidolci.it
www.energiaarcobaleno.com

Eleonora Albanese:
www.eleonoraalbanese.it

Cacao è una testata giornalistica regolarmente registrata presso il Trib. di Perugia Aut. n° 634 del 21/06/1982
Redazione:
Jacopo Fo, Simone Canova, Gabriella Canova, Maria Cristina Dalbosco
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domain Register: Associazione Cacao Libera Università di Alcatraz, S. Cristina di Gubbio 53, 06020 (PG) - PI: 00729540542