Progetto Tell Me Alfabetizzazione dei migranti attraverso il teatro
A+ A A-

Non sedetevi a gambe larghe

Si chiama “manspreading” ed è l’abitudine di alcuni maschi di sedersi a gambe larghe sui mezzi pubblici invadendo così lo spazio dei sedili adiacenti. Dopo la protesta e la petizione on line di un gruppo di femministe, sui mezzi di traporto di Madrid bisognerà viaggiare a gambe chiuse. Lo raccomanda Emt, il servizio pubblico della capitale spagnola.
La questione ha scatenato anche l’ironia del web, qualcuno avrebbe detto che i maschi stanno seduti in quel modo per via di alcune “protuberanze”, immediata la risposta di una ragazza che ha affermato: "Anche noi abbiamo una protuberanza nel corpo, la chiamiamo tette. Ma non per questo andiamo in giro tutto il giorno con le braccia aperte".

Published in BUONE NOTIZIE

Guarda l’ora et labora

Nuoro, gli studenti dell’Istituto superiore Ciusa che arrivano in ritardo a scuola vengono cordialmente invitati a lavorare la terra per un’oretta.
Lo stesso se combinano qualche guaio. Il preside così vuole trasformare un ettaro di terreno incolto che circonda la scuola in un bel giardino. Questo istituto non è nuovo a iniziative del genere: da tempo le punizioni si sono trasformate in opere “socialmente utili” come ridipingere una parete, lavoro in biblioteca, ecc.
Pare funzioni, in tutti i casi il giardino cresce.
(Fonte: Ansa.it)

Published in BUONE NOTIZIE

Ti pago se mangi gli spinaci

È la proposta di Tam Fry, della National Obesity Forum charity del Regno Unito, secondo cui sarebbe questa la soluzione migliore per combattere il problema dell'obesità infantile.
"Una ricompensa tangibile per i bambini che mangiano le proprie verdure permette loro di capire il valore del denaro e come risparmiarlo per il futuro. È anche un modo per introdurli ad un altro aspetto del crescere e diventare responsabili", aggiunge Fry.
Un esperimento simile negli Usa aveva dato ottimi risultati. 
Il valore inestimabile dei broccoli…

Published in SALUTE

Fermi con le mani!

"Non esistono schiaffetti". E' lo slogan della campagna della Fondation Pour L'Enfance che usa una ripresa in slow motion per sensibilizzare i genitori che tendono a usare le mani per "educare" i loro figli.
Alcune ricerche effettuate in America rivelano che i bambini vittime di violenza "educativa" hanno più probabilità, crescendo, di diventare aggressivi e di sviluppare patologie mentali. Una possibilità, questa, superiore dal 2 al 7% rispetto a chi, invece, non è stato toccato dai propri genitori.
Qui il video
(Segnalata da Valentina Frosini di Democrazia Affettiva, grazie!)

Published in BUONE NOTIZIE

 Ads

Iscriviti alle newsletter di CACAO

E' gratis! Inserisci il tuo indirizzo e-mail nei box qui sotto
 
Iscriviti a Cacao Il Quotidiano delle buone notizie comiche

Iscriviti - cancella



Iscriviti a Cacao della domenica


Iscriviti - cancella

 

 

Leggi la Privacy

Vacanze benessere!

I Video di Alcatraz Channel

Tutti i video della Libera Università di Alcatraz

Comitato Nobel per i disabili Onlus

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO

Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Ecovillaggio Solare di Alcatraz

 Ecovillaggio Solare di Alcatraz
Vicino ad Alcatraz, in Umbria, stiamo costruendo un ecovillaggio immerso in una valle meravigliosa, silenziosa e incontaminata. Scopri qui il progetto

SITI AFFILIATI AL NOSTRO CIRCUITO

Cacao - Quotidiano di buone notizie comiche:
www.cacaonline.it

Merci Dolci srl:
www.commercioetico.it
www.mercidolci.it
www.energiaarcobaleno.com

Eleonora Albanese:
www.eleonoraalbanese.it

Cacao è una testata giornalistica regolarmente registrata presso il Trib. di Perugia Aut. n° 634 del 21/06/1982
Redazione:
Jacopo Fo, Simone Canova, Gabriella Canova, Maria Cristina Dalbosco
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domain Register: Associazione Cacao Libera Università di Alcatraz, S. Cristina di Gubbio 53, 06020 (PG) - PI: 00729540542